BENVENUTA IKEA

Growroom IKEA - coltivazione IKEA

Il colosso svedese si lancia nel mondo del Vertical Farming e lo fa seguendo i principi più cari a questo settore: condivisione, semplicità, ecosostenibilità.

Nel giorno degli innamorati, il 14 febbraio scorso, Space10, un laboratorio di design danese supportato da Ikea, ha deciso di rendere disponibili gratuitamente le istruzioni per costruire Growroom: un orto verticale di forma sferica alto quasi 3 metri e largo 2,5.

Space 10 - Growroom
Photo by: Alona Vibe

In che senso gratuitamente?

Nel senso che non troverai Growroom in nessun negozio Ikea, né lo potrai ordinare online. Dovrai invece costruirlo e assemblarlo tu, pezzo per pezzo. Non preoccuparti però, le immancabili istruzioni sono scaricabili senza alcun costo grazie a una licenza open-source. Ti basteranno 17 fogli di compensato, 500 viti, un martello e una fresa.

open-source Growroom IKEA
Photo by Niklas Vindelev

Cosa c’è allora di diverso questa volta?

L’obiettivo, la filosofia che sta dietro al progetto; la stessa che è alla base del Vertical Farming: diminuire gli sprechi legati al cibo, in primis quello dei trasporti.
Che senso avrebbe, quindi, progettare qualcosa di perfettamente ecosostenibile se poi si deve inquinare per portarlo nelle varie filiali e da qui per farlo arrivare a casa?

Growroom, però, non è solo un orto.

  • È un oggetto di design, un vero e proprio pezzo di arredamento. È, come suggerisce il nome, una stanza (room) in cui si può entrare e mettersi comodi ad ammirare la crescita (grow) delle proprie piante.
  • È, soprattutto, un altro passo verso un futuro di coltivazione più ecosostenibile, verso un cibo che possa tornare ad essere locale e non solo globale, un riavvicinamento a ciò che la città ci sta portando via.

Grazie a questo orto fatto a globo ognuno potrà coltivare ovunque piante, verdure ed erbe a suo piacimento. L’unica cosa che pare mancare è un sistema di coltivazione idroponico alimentato da un ciclo di fertirrigazione chiuso, così da ridurre drasticamente anche lo spreco d’acqua. Nel progetto la coltura sembra infatti possibile solo nel modo classico: su terra.

In realtà questa non è la prima volta di Ikea nel mondo dell’Urban Farming. Già l’anno scorso, infatti, aveva lanciato sul mercato Krydda/Växer, un kit fai-da-te per avere insalate, erbe aromatiche e spinaci sempre a portata di mano, sfruttando proprio quella tecnica idroponica che ora trascura.

Ikea indoor garden
Ti sembra difficile? Guarda il video e ricrediti!

 

Tag:, , , , , ,

Related Posts

by
Previous Post Next Post

Lascia un commento

0 shares

My Newsletter