VERTICAL FARMING: perché diverrà fondamentale?

Seeds and Chips 2017 - Piantina di lattuga - prototipo di V-Farm foto di Vertical Farming Italia

Secondo i dati stimati dall’ONU, nel 2050 la popolazione mondiale aumenterà di circa 3 miliardi e l’80% di essa vivrà nei centri urbani. Vista la disponibilità attuale di terreni coltivabili e continuando a produrre con le tecniche di coltivazione odierne, sarà impensabile soddisfare la crescente domanda di cibo.

Questa è in particolare la preoccupazione del professor Dickson Despommier, docente di scienza della salute ambientale presso la Columbia University. Secondo Despommier, che già 10 anni fa condusse il progetto Green-roof, l’unica soluzione è quella del “Vertical Farming“. Significa coltivare su più livelli, unendo le tecniche di coltivazione indoor a quelle di coltivazione in verticale.

VERTICAL FARMING: la soluzione?

L’innovazione è quella di sfruttare lo spazio in altezza, riducendo drasticamente la necessità di terreno e permettendo la coltivazione anche nei centri urbani, con conseguenti vantaggi di costo in termini di logistica e di freschezza dei prodotti.  Grazie poi alle colture idroponiche o aeroponiche, il consumo d’acqua sarebbe enormemente ridotto, mentre l’utilizzo di fertilizzanti e antiparassitari completamente azzerato, con tutti i relativi benefici per la pianta.


Questa straordinaria innovazione ha richiesto parecchio tempo e sviluppi nelle tecnologie di coltivazione e di illuminazione prima di essere implementata.

La prima Vertical farm “industriale” – Sky Greens (foto) – è nata a Singapore nel 2012, producendo fin da subito evidenti benefici, sia in termini economici che di qualità dei prodotti. Come spiega Ng, il creatore di Sky Greens:

Certo non è sempre tutto oro quel che luccica. I costi di implementazione sono infatti molto elevati e bisogna ancora capire se i benefici riusciranno sempre a coprire la somma dei costi. Bisogna essere competitivi anche a livello di prezzo, altrimenti il gioco non vale la candela.

Non sarebbero sufficienti infatti investimenti diretti, pubblici o privati che siano, per sopperire ad una mancata competitività. Nel caso di Sky Greens non solo si è riusciti ad esserlo, ma la richiesta dei prodotti è in continuo aumento. Come del resto anche la capacità produttiva per soddisfare questa domanda.

 

Non possiamo prevedere se il Vertical Farming, connesso con l’Indoor & Urban Farming, possano essere la soluzione definitiva per fornire sufficiente cibo alla crescente popolazione mondiale. Ma si tratta certamente di un grande passo verso un futuro più sostenibile.

 

 

Tag:, , , , ,

Related Posts

by
Next Post
0 shares

My Newsletter